19/11/2018

Giornate Gianturchiane (3a e 4a ) 2018

La Fondazione Gianturco, nell’ambito delle proprie attività istituzionali, finalizzate a valorizzare la personalità giuridica, accademica e politica di Emanuele Gianturco e ad approfondire le tematiche di studio e di elaborazione che caratterizzarono l’impegno di questo figlio di Avigliano, durante tutto il 2018 ha promosso una serie di Giornate gianturchiane iniziate, il 6 giugno, con il Prof. Nello Preterossi (docente di Filosofia del diritto e Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli studi di Salerno) con il qual -partendo dal suo libro Ciò che resta della democrazia- sono state affrontate e approfondite le questioni della democrazia nella società occidentale.

Il 26 luglio le Giornate gianturchiane sono proseguite con Nadia Urbinati (Titolare della cattedra di scienze politiche alla Columbia University di New York e visiting professor presso l'Università Bocconi) che ha tenuto una prolusione sulla genesi dell‘Art. 1 della Costituzione italiana e sul suo valore giuridico e culturale.

In tale contesto si inseriscono anche le due iniziative promosse per il 26 e 29 novembre. La prima vedrà protagonista il Prof. Adriano Giannola (Professore di Economia Bancaria all'Università Federico II di Napoli dal 1980) che nelle vesti, anche, di Presidente dell’Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno, presenterà il Rapporto Svimez 2018, che fotografa lo stato dell’economia e dell’occupazione nell’Italia meridionale. Questo Rapporto 2018, dalle anticipazioni delle agenzie di stampa, risulta di particolare importanza per il Mezzogiorno e per la Basilicata, perché descrive non solo, con la consueta dovizia di dati statistici, la situazione non entusiasmante della produzione industriale e dello stato complessivo dell’economia meridionale, ma offre dati particolarmente allarmanti sullo stato della disoccupazione giovanile altamente specializzata che abbandona i propri territori per cercare fortuna altrove e ciò accade nell’indifferenza più totale della politica, della burocrazia, della finanza, degli apparati produttivi e di potere: dell’intera classe dirigente del Sud.

Sempre nell’ambito delle “Giornate gianturchiane”, per giovedì 29 novembre, la fondazione ha programmato un Concerto per pianoforte con il M.tro Claudio Coviello, giovane aviglianese, neo “laureato”in pianoforte (10° e ultimo anno di perfezionamento) presso il conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza sotto la guida della Prof.ssa Olga Zdorenko, stimata docente di pianoforte presso in ns. conservatorio e acclamata esecutrice in innumerevoli concerti nazionali e internazionali.

I due M.tri eseguiranno musiche di Emanuele Gianturco e di Chopin.

file disponibili per il download

cs ufficiale


autore: fondazionegianturco.it
visto da 363 utenti